• BARRA 1300X140 – YOUTUBE SICILIA TV
  • 1300×175 CONDRES OS sistema operativo scarnà




Naro. Ucciso a colpi di zappa, “ci furono denunce per aggressioni”STIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Servizio

I due nuclei familiari, quello della vittima e quello dei presunti aggressori, si sarebbero denunciati già in passato per diversi episodi di alterchi sfociati in violenze e aggressioni. Emergono particolari al processo di Anisoara Lupascu, accusata insieme al marito e al figlio di avere ucciso, lo scorso luglio a Naro, l’agricoltore Costantin Pinau.

 

Emergono retroscena e particolari nel processo in corso davanti alla Corte d’assise, presieduta da Alfonso Malato, nei confronti di Anisoara Lupascu, 39 anni, accusata insieme al marito Vasile Lupascu, 44 anni, e al figlio Vladut Vasile Lupascu, 19 anni, di avere ucciso a Naro l’agricoltore Costantin Pinau, 37 anni, e di avere ferito la moglie.

La vittima sarebbe risultata imputata per una serie di vicende legate a dissidi sfociati in atti violenti. Pare che le famiglie della vittima e degli imputati si fossero precedentemente denunciate a vicenda per episodi di aggressioni e percosse.

Anisoara Lupascu, dopo la disposizione del giudizio immediato da parte del Gip, è l’unica degli imputati per l’omicidio di Costantin Pinau che ha scelto la via del dibattimento. Al processo, ieri, due appuntati dell’Arma Carabinieri citati dal pm Antonella Pandolfi avrebbero reso i particolari delle prime battute dell’indagine avviata la mattina stessa dell’omicidio.

Un carabiniere avrebbe raccontato di avere notato sul luogo dell’aggressione Costantin Pinau sanguinante, con alcuni familiari che cercavano di sorreggerlo in attesa dei soccorsi. Poco distanti, per terra, un bastone rotto e un coltello.

L’altro carabiniere avrebbe detto di essere stato inviato dai suoi superiori all’ospedale di Caltanissetta, dove padre e figlio della famiglia che avrebbe ucciso l’agricoltore si sarebbero recati per medicare i traumi rimediati durante i tentativi di difesa della vittima e della moglie, quest’ultima rimasta gravemente ferita.

Pinau sarebbe stato massacrato a colpi di zappa e bastone. L’agguato tesogli si rivelò fatale.

Condividi articolo

Commenta articolo