• BARRA 1300X140 – YOUTUBE SICILIA TV
  • 1300×175 CONDRES OS sistema operativo scarnà




Favara, quelle scritte sui muri: forse qualcuno ha voluto distrarre le indaginiSTIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Servizio

Non sembrano esserci clamorosi risvolti dopo la comparsa di alcune scritte su due muri della città di Favara. È chiaro che il pensiero di molti è andato subito  a Gessica Lattuca, la giovane mamma scomparsa dallo scorso 12 agosto. Anche i carabinieri stanno continuando a indagare su questo versante e sembrano essere sempre più convinti che si tratti di un’operazione compiuta per distrarre.

Ai militari sembra essere un’operazione compiuta per distrarre dalle indagini. Parliamo di quelle scritte comparse sui muri nella giornata di ieri a Favara.

L’altra notte qualcuno, con uno spray di colore rosso, ha imbrattato due muri di c.da Crocca con una scritta ben chiara: un nome e un cognome e poi “= assassino Gessica”. È chiaro che si è subito pensato alla 27enne Gessica Lattuca, scomparsa da Favara dallo scorso 12 agosto, di cui tutte le trasmissioni nazionali si stanno occupando.

Subito i militari della Tenenza di Favara, agli ordini del comandante Giovanni Casamassima, hanno avviato le dovute indagini. Hanno ascoltato diverse persone per riuscire a ritracciare l’identità di colui che viene chiamato in causa da quelle scritte e soprattutto per capire se ci possa essere un reale collegamento con la scomparsa di Gessica Lattuca. Al momento però quest’ultima circostanza non troverebbe riscontro e per questo non si esclude possa essersi trattato di una bravata o peggio ancora di un depistaggio.

Chi e perché ha scritto queste frasi? Ha voluto lanciare un chiaro messaggio alle forze dell’ordine, alla famiglia e ai giornalisti? Perché non farlo con una lettera anonima scrivendo altri particolari che possano realmente indirizzare i militari verso la giusta strada?

Per mamma Giuseppina non si è trattato di uno scherzo. “Qualcuno – aveva detto ieri- sa e vuole dirci dove si trova mia figlia”. Ha ancora speranza la signora Caramanno di ritrovare in vita Gessica, anzi ha interpretato la parola “assassino” col fatto che questa persona trattenga per sé la figlia non dicendo niente ai familiari.

Poi mamma Giuseppina parla di un altro aspetto che sembra emergere soltanto adesso, ovvero dell’avvistamento di Gessica durante la notte in compagnia di Ninì Ferraro. Ninì, insieme a Gaspare Michele Volpe, è uno dei presunti coinvolti nel giro di prostituzione nel quale sembra fosse implicata anche Gessica Lattuca e altre ragazze. Ecco cosa ha detto la signora Caramanno parlando di chi secondo lei possa essere la persona citata sui muri.

Nel tg l’intervista a Giuseppina Caramanno.

Condividi articolo

Commenta articolo