Gessica Lattuca, spunta un filmato misterioso: la ragazza sarebbe stata ripresa pochi attimi prima di sparireSTIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min



Si intitolerà “Una marcia per Gessica”, la manifestazione per rompere il velo di omertà che avvolge il giallo della scomparsa di Gessica Lattuca, la 27 enne di Favara scomparsa nel nulla esattamente un mese fa.

Tutto inizierà alle 19,30 quando le migliaia di persone attese per l’evento si raduneranno nel piazzale dove è stata vista per l’ultima volta la giovane madre dei quattro figli.

Il corteo sarà guidato da don Marco Damanti, organizzatore dell’iniziativa e parroco della chiesa Santi Apostoli Pietro e Paolo.

 

È prevista anche la partecipazione di Anna Alba, sindaca di Favara. La marcia si snoderà lungo le vie della cittadina e transiterà per via Cappello, via Agrigento, piazza della Vittoria, via Rovereto, piazza Conti e viale Gaspare Ambrosini, con il raduno finale davanti alla casa dove Gessica vive con la madre e i quattro bambini.

 

Proprio nei giorni scorsi don Damanti, annunciando pubblicamente il corteo, dichiarò alla stampa lo spirito dell’ iniziativa: «Sarà una marcia silenziosa che vuole rompere il silenzio omertoso di chi sa e non parla. In questo paese la gente sa anche dove vanno i cani che si perdono ma nessuno sa nulla su Gessica».

In prima fila ci saranno i familiari della 27enne, la mamma e il fratello che proprio ieri ha rinnovato l’invito, con un ulteriore appello, a far emergere la verità sulla scomparsa della sorella. «Conosco bene mia sorella – ha detto Enzo Lattuca – non può essere sparita così. Noi non abbiamo pace. Mia sorella non può essere svanita nel nulla. Chi sa qualcosa parli, lo faccia in qualsiasi modo e maniera».

 

Continuano intanto le indagini coordinate dal sostituto procuratore di Agrigento Paola Vetro che sembrano essersi concentrate sul giro di frequentazioni della ragazza. Nessuna traccia utile è arrivata dal monitoraggio del traffico telefonico successivo al momento della scomparsa. Il telefono di Gessica, uno smartphone modello Tim Smart 4g, non è stato ritrovato; la ragazza lo aveva con sé e dall’ora in cui se ne sono perse le tracce non è stato più riacceso.

Nella tenenza dei carabinieri di Favara e negli uffici del nucleo investigativo del comando provinciale di Agrigento continua la sfilata delle persone che vengono ascoltate come persone informate sui fatti, tra loro anche alcuni potenziali testimoni.

Da alcuni frame di un filmato, secondo alcune indiscrezioni, potrebbe arrivare la soluzione del caso. Secondo quanto trapela nel filmato, su cui gli acquirenti stanno lavorando alacremente, si vedrebbe Gessica; probabilmente è l’ultima traccia che si ha di lei.

 

di Emilio Orlando

Condividi articolo

Commenta articolo