Sbarco fantasma a Realmonte. La “carretta” affonda, nessuna traccia dei migrantiSTIMA TEMPO DI LETTURA: 1 min

Servizio

Nuovo sbarco fantasma sulle coste dell’agrigentino. Pare che l’imbarcazione usata dai migranti si sia incagliata tra gli scogli per poi, ieri mattina, colare a picco. Il fatto sarebbe avvenuto nella zona delle Pergole, a Realmonte. A denunciare l’ennesima traversata in mare è l’associazione MareAmico.

Nuovo sbarco fantasma sulle coste dell’agrigentino. Una imbarcazione con migranti a bordo sarebbe arrivata nella zona delle Pergole, a Realmonte.

Un natante della Guardia Costiera al largo del mare prospiciente la spiaggia e, a riva, quelli che sembrano essere i resti di una imbarcazione, forse proprio quella utilizzata dai migranti per giungere sulla costa siciliana. È questo quanto si vede dalle immagini fornite dall’associazione MareAmico, la quale ricostruisce come il mezzo utilizzato per la traversata si sarebbe incagliato tra gli scogli e ieri mattina è colato a picco.

“Sono intervenuti i Carabinieri e la Capitaneria di Porto che è riuscita a recuperare – scrive MareAmico – qualche pezzo dell’imbarcazione”. Nessuna notizia sembra esserci invece per quanto riguarda i migranti sbarcati. Si presume che siano almeno in sette, di cui almeno due donne.

Dall’associazione lo deducono in base al numero di vestiti che hanno ritrovato, a seguito di una segnalazione, lungo la strada tra le Pergole e Giallonardo. “Probabilmente in quel luogo – ricostruiscono – i migranti avranno trovato il passaggio da parte del favoreggiatore presente in loco”. Il cambio d’abito quindi non sarebbe avvenuto come al solito in questi casi direttamente sull’arenile, appena sbarcati, ma lungo il tratto di strada.

Condividi articolo

Commenta articolo