• BARRA 1300X140 – YOUTUBE SICILIA TV
  • 1300×175 CONDRES OS sistema operativo scarnà




Qualità della vita, la provincia di Agrigento tra le ultime in ItaliaSTIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Servizio

La provincia di Agrigento, per qualità della vita, è tra le ultime in Italia. Lo dimostra un’indagine sulla qualità della vita nelle 110 province italiane realizzata da Italia Oggi con l’Università La Sapienza di Roma. Il settore dove la nostra provincia perde di più è la sanità.

 

Tra le province dove si vive meglio in Italia non c’è l’agrigentino. Nella classifica sulla qualità della vita stilata dal quotidiano Italia Oggi la nostra provincia si piazza al 101esimo posto, perdendo quattro posizioni rispetto al 97esimo posto raggiunto nel 2017.

Peggio di noi, in Sicilia, solo Palermo, Siracusa e Catania. Avanti le altre province: prima fra tutte, ma comunque “alta” in graduatoria, Ragusa con la posizione 86. In generale, comunque, il Sud Italia si trova indietro rispetto al resto dello Stivale.

La provincia dove si vive meglio è Bolzano, seguita da Trento e Belluno. La Capitale perde invece ben 22 posizioni rispetto allo scorso anno, scendendo all’85esimo posto. Fanalino di coda è Vibo Valentia, insieme a Catania, Napoli, Siracusa e Palermo.

In alcune singole categorie Agrigento sale di posizione:  104esima posizione per affari e lavoro (nel 2017 era 106esima). Ottava per la qualità dell’ambiente, contro il 76esimo posto dell’anno scorso. Da segnalare anche una 55esima posizione per livello di sicurezza (9 i gradini guadagnati rispetto al passato).

Se il sindaco di Agrigento, Calogero Firetto, si dice soddisfatto per i traguardi raggiunti in questi settori, lo stesso non si può dire per la Sanità agrigentina. Per qualità del servizio sanitario locale la provincia di Agrigento è ultima in Italia alla posizione 110. “La qualità della sanità agrigentina è sotto gli occhi di tutti – ha commentato Firetto -. Si misura già al primo impatto con l’accesso al pronto soccorso, si accentua con le note gravi difficoltà per gli esami diagnostici o con la carenza di personale sanitario e parasanitario e ancor più con un generale deficit di risposta al bisogno di salute degli agrigentini”.

Firetto auspica maggiore attenzione dal Governo Regionale per la sanità siciliana, alla quale aggiunge anche le critiche condizioni di trasporti e viabilità che penalizzano fortemente Agrigento.

Condividi articolo

Commenta articolo



error: Contenuto protetto