• BARRA 1300X140 – YOUTUBE SICILIA TV
  • 1300×175 CONDRES OS sistema operativo scarnà




San Leone. Contrasto agli abusivi: il bilancio dei CCSTIMA TEMPO DI LETTURA: 2 min

Servizio

Operazione “Estate sicura a San Leone”. Sono stati tre mesi di intensi controlli quelli svolti dai carabinieri lungo il rione balneare agrigentino di San Leone. L’opera di prevenzione si è focalizzata soprattutto al contrasto dei fenomeni dell’abusivismo commerciale e dei parcheggiatori irregolari.

Un’opera di prevenzione che ha impiegato 500 carabinieri. I militari hanno pattugliato l’area per oltre 3mila ore al fine di raggiungere l’obiettivo: “zero ambulanti abusivi” per il periodo estivo a San Leone, restituire ai cittadini un sereno e godibile lungomare agrigentino.

Durante l’estate i militari dell’Arma hanno intensificato i controlli lungo il rione balneare per contrastare i fenomeni dell’abusivismo commerciale e dei parcheggiatori irregolari.

12 i venditori ambulanti non in regola che sono stati identificati e denunciati all’Autorità Giudiziaria. 15mila euro circa l’ammontare complessivo delle sanzioni a loro elevate. Numerosa la merce contraffatta sequestrata, tra questa anche borse, portafogli e scarpe, il tutto rigorosamente “griffato”.

I blitz svolti da carabinieri in borghese tra le varie file di auto in sosta, fanno sapere dal Comando Provinciale dell’Arma, hanno consentito di scovare in totale 16 parcheggiatori abusivi. I soggetti sono stati sorpresi intenti nel loro “lavoro”, pretendendo l’obolo da turisti e cittadini che avevano parcheggiato l’auto. I militari hanno sequestrato dalle loro tasche un totale di circa 2mila euro in contanti, elevando al contempo oltre 20mila euro di sanzioni pecuniarie.

I carabinieri, supportati dai reparti speciali, hanno anche verificato dieci attività di ristorazione. In tre casi sono scattate le denunce, sanzioni per oltre 25mila euro e il sequestro di circa un quintale di prodotti alimentari.

In occasione del festival dello “street food”, svoltosi ad agosto a San Leone, i militari hanno sequestrato circa 40 chili di carne giudicati in cattivo stato di conservazione. Per un iraniano 40enne, titolare di uno stand dedito alla preparazione di panini e cibo da asporto, è scattata la denuncia.

Infine, durante le verifiche, sono stati scoperti anche 3 lavoratori “in nero”.

Sono stati tre mesi di ininterrotta presenza sul lungomare, con l’assiduo contributo della locale Polizia Municipale. “La semplice e costante presenza quotidiana dei militari dell’Arma lungo i viali di San Leone – scrivono dal Comando Provinciale – ha letteralmente dissuaso la grande massa di commercianti ambulanti che negli anni scorsi aveva invaso le strade del litorale San leonino”. L’operazione è stata denominata “Estate sicura a San Leone”.

Condividi articolo

Commenta articolo