www.siciliatv.org

Titolo: Favara: Successo per la raccolta differenziata nel nuovo eco punto. Intanto per il cittadino Varisano il sito scelto non e' idoneo per la sicurezza
Data: 29/05/2010
Inserita alle ore: 18.03.28
Questa news è stata letta: 715 volte
News inserita da: Angela Sorce
Fonte: www.siciliatv.org



.:: LA VOCE DEL CITTADINO ::.

News: Stamattina abbiamo fatto un sopralluogo all’Ecopunto dell’Ato Gesa Ag2, istallato in Piazzale Giochi Olimpici di Favara. E’ stato un piacere aver riscontrato che il servizio funziona, che la gente si reca anche con grosse buste per depositare il materiale già differenziato, che il messaggio differenziamo per risparmiare e tenere pulita la città, viene recepito. L’idea dell’ecopunto insomma pare essere stato gradito da una buona parte di cittadini. Altri due nuovi impianti saranno posizionati in altrettanti spazi della città. Ma come funziona lo smaltimento. Dopo che i cittadini portano la differenziata all’ecopunto, questi avranno uno sconto sulla bolletta di smaltimento dei rifiuti, proporzionale al peso ed al tipo di materiale conferito. Gli addetti depositano la differenziata in cassonetti secondo la tipologia. Quando i bidoni risultano essere quasi tutti pieni, gli addetti contattano direttamente la Gesa che provvederà ad inviare il mezzo per ritirare da tutti gli ecopunto istallati nei vari comuni, quella tipologia di materiale. Facciamo un esempio. Se adesso è il turno delle lattine, allora il mezzo farà il giro per tutti gli ecopunto della’Ato Gesa Ag2, e ritirerà solo lattine. Consegnato alla discarica quel materiale, poi inizierà un nuovo giro per ritirare ad esempio, la carta. I cassonetti vengono svuotati mediamente ogni 3 giorni. I materiali raccolti molto più spesso sono ovviamente carta e cartone. Qualche giorno fa però un nostro cittadino, il prof. Dino Varisano, ha registrato una intervista de “LA VOCE DEL CITTADINO”, nella quale ha voluto segnalare come piazzale Giochi Olimpici non sia probabilmente il sito più idoneo per istallare l’Ecopunto. Varisano, tra le altre cose, fa notare come durante gli incontri di calcio che si svolgono la domenica o nei pomeriggi, in caso di dissidi tra tifoserie particolarmente accese, qualche “pazzo” potrebbe decidere di accedere ai cassonetti che contengono bottiglie di vetro o lattine ed innescare scontri davvero pericolosi. Vetro e lattine, continua Varisano, sono armi a portata di mano. Si potrebbe pensare quindi di spostare l’ecopunto oppure, chiedere alla Gesa che il vetro e le lattine vengano ritirate prima degli incontri sportivi.




 Invia la news 
Tua e-mail:
E-mail amico :