www.siciliatv.org

Titolo: Palma. Omicidio Caravotta, assolta 46enne
Data: 15/05/2018
Inserita alle ore: 10:04:58
Questa news stata letta: 154 volte
News inserita da: Redazione Giornalistica
Fonte: www.siciliatv.org




Sentenza di assoluzione per la palmese Giuseppina Ribisi, accusata di avere assassinato insieme al figlio il cognato Damiano Caravotta.

News: Arriva la sentenza della Corte di assise di appello di Palermo per la 46enne Giuseppina Ribisi, di Palma di Montechiaro, accusata di avere assassinato insieme al figlio, all'epoca dei fatti minorenne, il cognato Damiano Caravotta, 26enne e fratello del marito. Caravotta fu freddato a colpi di pistola nel pianerottolo dell'abitazione di Ribisi a seguito di un litigio.
Per la palmese la sentenza di ''Assoluzione per non avere commesso il fatto'' e pertanto la Corte cancella la condanna a 21 anni di reclusione in carcere.

L'assassinio avvenne l'11 maggio del 2011, a Palma di Montechiaro. Secondo quanto ricostruito, a uccidere materialmente il 26enne Damiano Caravotta fu il nipote 16enne, figlio di Giuseppina, mentre quest'ultima colpiva il cognato a bastonate. Il litigio sarebbe scaturito da banali contrasti economici. Secondo Giuseppina Ribisi, i suoceri avrebbero sostenuto economicamente il cognato Damiano e non la sua famiglia.

Il figlio della 46enne ha confessato l'omicidio, facendo ritrovare anche l'arma. Il ragazzo disse di avere fatto tutto da solo mentre la madre picchiava lo zio con una mazza da baseball.

La difesa della palmese ha sempre sostenuto che la sua azione stata del tutto slegata da quella del figlio, di cui la donna sarebbe stata inconsapevole. La Cassazione, circa un anno e mezzo fa, aveva annullato l'intera sentenza con rinvio disponendo un nuovo giudizio.



In breve le news del 26/05/2018
News a cura della testata giornalistica "SICILIA TV NOTIZIARIO",
registrata al Tribunale di Agrigento da TELE VIDEO SICILIA FAVARA Soc. Coop.
Iscrizione n.185 del 20 ottobre 1990
Direttore di testata: Calogero Sorce

La redazione resta a disposizione di chiunque voglia aggiungere informazioni o esercitare il proprio diritto di rettifica e replica, rispetto agli articoli pubblicati.