www.siciliatv.org

Titolo: Tragedia delle Maccalube. L'inchiesta potrebbe allargarsi
Data: 14/11/2017
Inserita alle ore: 10:33:53
Questa news è stata letta: 112 volte
News inserita da: Redazione Giornalistica
Fonte: www.siciliatv.org




Nonostante il susseguirsi dei capitoli giudiziari al tribunale di Agrigento, la vicenda sembra ancora lontana dal giungere a una conclusione e anzi potrebbe allargarsi. Parliamo dell'inchiesta riguardante la tragedia delle Maccalube, quando a perdere la vita furono i fratellini Carmelo e Laura Mulone. Ieri il pm Carlo Cinque ha chiesto al giudice di trasmettere gli atti alla Procura ''per valutare se ci sono altri profili di responsabilità''.

News: Era il 27 settembre del 2014 quando, travolti da tonnellate di fango a seguito della straordinaria attività dei vulcanelli del sito aragonese delle Maccalube, a perdere la vita furono i fratellini Carmelo e Laura Mulone, di 9 e 7 anni, figli dell'appuntato dell'Arma dei Carabinieri Rosario. Adesso, dopo più di tre anni, l'inchiesta aperta dalla Procura della Repubblica di Agrigento potrebbe allargarsi a ulteriori indagini.

A far presagire l'apertura a questa possibilità lo stesso pubblico ministero Carlo Cinque che ieri, al termine di una udienza nella quale sono stati ascoltati alcuni testi della difesa, ha chiesto al giudice Giancarlo Caruso di trasmettere gli atti alla Procura per ''valutare se ci sono altri profili di responsabilità''.

Particolari le dichiarazioni rilasciate ieri da un funzionario della Regione, Loredana Oliveri. Sarebbe emerso che il consiglio regionale che si occupa di parchi e riserve, il quale dovrebbe anche esprimere pareri circa la sicurezza di questi, per circa tre anni e fino al momento della tragedia non fu praticamente operativo per varie ragioni, dall'aggiunta di altre competenze attribuite al consiglio al continuo cambio degli assessori che non avrebbe garantito continuità ai lavori.

Insomma, per un motivo o per un altro, pare che non sarebbe giunto nessun parere, nessuna ispezione o nessuna delibera circa la riserva di Aragona. Intanto il tempo passava, fino a giungere a quel fatidico 27 settembre 2014 e alla morte dei due bambini.

Dalla richiesta del pm, giunta appunto al termine dell'udienza, sembra dunque che lo stesso voglia accertare se ci siano altre responsabilità sulla vicenda che al momento vede già tre imputati.



In breve le news del 20/11/2017

Porto Empedocle. Un vero e proprio disastro ambientale al torrente Re. La segnalazione di MareAmico

Favara, Lillo Sorce nominato pastore dalla locale Chiesa Evangelica Internazionale

SS 640, auto invade corsia opposta e si ribalta: cinque feriti

Eccellenza Sicilia. Castelbuono - Pro Favara rinviata per impraticabilità di campo

Licata, auto finisce in un burrone e si incendia. 47enne gravemente ferito. In ospedale anche due carabinieri

Pallacanestro. La Fortitudo cade in casa contro Biella, 82 a 74 per gli ospiti

Legalità. Gli alunni dell'I.C. ''Mario Rapisardi'' di Canicattì oggi a Reggio Calabria

Torture, violenze, omicidio. Fermato il nigeriano Deji Gift

Proiettili davanti alla saracinesca di una pizzeria. Minacce di estorsione o cosa?

''Evasione Fiscale''. Revocati i domiciliari per il neo deputato regionale Cateno De Luca

Ribera, furti in appartamenti e aziende. Tre arresti

News a cura della testata giornalistica "SICILIA TV NOTIZIARIO",
registrata al Tribunale di Agrigento da TELE VIDEO SICILIA FAVARA Soc. Coop.
Iscrizione n.185 del 20 ottobre 1990
Direttore di testata: Calogero Sorce

La redazione resta a disposizione di chiunque voglia aggiungere informazioni o esercitare il proprio diritto di rettifica e replica, rispetto agli articoli pubblicati.