www.siciliatv.org

Titolo: Omicidio Miceli. Sciortino rimane in carcere. Il Riesame di Palermo conferma l'ordinanza cautelare
Data: 14/11/2017
Inserita alle ore: 09:51:29
Questa news è stata letta: 217 volte
News inserita da: Angela Sorce
Fonte: www.siciliatv.org




Omicidio del 67enne di Cattolica Eraclea Giuseppe Miceli. Confermata dal Tribunale del Riesame di Palermo l'ordinanza cautelare in carcere nei confronti del 53enne Gaetano Sciortino, arrestato lo scorso 20 ottobre, poiché ritenuto l'autore dell'omicidio.

News: Il Tribunale del Riesame di Palermo conferma l'ordinanza cautelare in carcere nei confronti di Gaetano Sciortino, il 53enne di Cattolica Eraclea accusato di avere ucciso, il 6 dicembre del 2015, il marmista 67enne Giuseppe Miceli.

Come si ricorderà, il corpo senza vita di Miceli venne trovato dal fratello all'interno del laboratorio di via Crispi. Il cadavere si presentava con il volto completamente tumefatto. Macchie di sangue sparse ovunque.

Come detto, accusato di questo brutale omicidio è Gaetano Sciortino, arrestato dai carabinieri lo scorso 20 ottobre, a distanza di quasi due anni dal fatto. L'attività investigativa, spiegavano i militari durante la conferenza stampa, si era avvalsa di riprese video realizzate da alcune telecamere esistenti nelle adiacenze del luogo del delitto. Grazie ai filmati è stato possibile concentrare l'attenzione su una vettura, una Fiat Punto di colore nero, guidata dal presunto omicida. Il giorno del delitto Sciortino avrebbe pedinato la vittima effettuando dei veri e propri appostamenti con soste prolungate agli angoli delle strade da dove era possibile osservare i movimenti dell'artigiano.

Sciortino, durante l'interrogatorio, si avvalse della facoltà di non rispondere e i suoi legali, gli avvocati Santo Lucia e Giovanna Morello, avevano annunciato ricorso al Tribunale del Riesame per chiedere l'annullamento dell'ordinanza emessa dal giudice Stefano Zammuto, su richiesta del pm Silvia Baldi. Adesso il Riesame si pronuncia e rigetta la richiesta. Sciortino rimane quindi in carcere.



In breve le news del 20/11/2017

Porto Empedocle. Un vero e proprio disastro ambientale al torrente Re. La segnalazione di MareAmico

''Evasione Fiscale''. Revocati i domiciliari per il neo deputato regionale Cateno De Luca

Favara, Lillo Sorce nominato pastore dalla locale Chiesa Evangelica Internazionale

SS 640, auto invade corsia opposta e si ribalta: cinque feriti

Eccellenza Sicilia. Castelbuono - Pro Favara rinviata per impraticabilità di campo

Licata, auto finisce in un burrone e si incendia. 47enne gravemente ferito. In ospedale anche due carabinieri

Pallacanestro. La Fortitudo cade in casa contro Biella, 82 a 74 per gli ospiti

Ribera, furti in appartamenti e aziende. Tre arresti

Legalità. Gli alunni dell'I.C. ''Mario Rapisardi'' di Canicattì oggi a Reggio Calabria

Proiettili davanti alla saracinesca di una pizzeria. Minacce di estorsione o cosa?

Torture, violenze, omicidio. Fermato il nigeriano Deji Gift

News a cura della testata giornalistica "SICILIA TV NOTIZIARIO",
registrata al Tribunale di Agrigento da TELE VIDEO SICILIA FAVARA Soc. Coop.
Iscrizione n.185 del 20 ottobre 1990
Direttore di testata: Calogero Sorce

La redazione resta a disposizione di chiunque voglia aggiungere informazioni o esercitare il proprio diritto di rettifica e replica, rispetto agli articoli pubblicati.