www.siciliatv.org

Titolo: Emergenza rifiuti. A Favara la raccolta riprenderà non appena rientreranno gli autocompattatori. Domani sospesa la raccolta differenziata, si procederà con l'umido
Data: 11/07/2016
Inserita alle ore: 10:51:03
Questa news è stata letta: 949 volte
News inserita da: Angela Sorce
Fonte: www.siciliatv.org




La chiusura della discarica di Siculiana sta mettendo in emergenza molti comuni dell'agrigentino. Da qualche mese, su disposizione della Regione, si scarica a Catania con notevoli disagi e con un aggravio del costo del servizio. Autocompattatori fermi per diverse ore prima di scaricare a Catania per il troppo afflusso ed ecco che sorge l'emergenza rifiuti. Oggi protesta dei sindaci a Palermo. Intanto a Favara la raccolta riprenderà non appena rientreranno gli auto compattatori da Catania. Per domani viene sospesa la raccolta differenziata, si procederà con la raccolta dell'umido

News: Raccolta dei rifiuti molto a rilento in provincia di Agrigento. Da qualche mese, dopo la chiusura della discarica di Siculiana, molti comuni siciliani, su disposizione della Regione, scaricano i rifiuti prodotti nella discarica di Catania.
Questo, ovviamente, comporta notevoli disagi, come quello della mancata raccolta dei rifiuti, l’ingorgo di autocompattatori nei pressi della discarica di Catania e soprattutto un maggiore costo del servizio.

Stamattina anche Favara si è svegliata con la spazzatura in strada. Secondo quanto riferitoci dall’assessore comunale con delega ai rifiuti Lillo Attardo, gli autocompattatori sono partiti da Favara intorno all’1 di notte e ancora sino a tarda mattinata dovevano rientrare.

Una situazione allarmante per l’intera regione, tant’è che stamattina numerosi sindaci dell’isola, tra questi anche la portavoce sindaco di Favara Anna Alba, si sono recati a Palermo in protesta contro la Presidenza della Regione. “Questa emergenza –scrive il sindaco Alba- è stata voluta da Crocetta con lo scopo di costruire degli inceneritori, e noi rispediamo al mittente la spazzatura”. Infatti alcuni sindaci siciliani hanno portato sotto Palazzo della Regione alcuni autocompattatori.

Quella di oggi è la prima emergenza rifiuti che la nuova amministrazione comunale di Favara, a neanche un mese dall’elezione, deve affrontare.

L’assessore Attardo comunica che al rientro degli auto campattatori si potrà finalmente iniziare con il ritiro dei rifiuti da parte degli operatori. In caso di ulteriore ritardo, le operazioni saranno posticipate nella giornata di domani, con sospensione della raccolta differenziata di plastica, lattine, barattoli e vetro.



In breve le news del 11/12/2017

La compagnia teatrale favarese ''Arcobaleno'' ospite alla Camera dei Deputati
Il video

Ravanusa, in fiamme auto di un disoccupato. Si indaga

Rogo a Castrofilippo, a bruciare due autovetture di una casalinga

Arrestato 20enne per resistenza a pubblico ufficiale e minacce

Agrigento. ''Topi d'appartamento'' in azione in via Dante, svaligiato un appartamento al quinto piano

''Non fu responsabile della morte del paziente'', assolto il medico favarese Giuseppe Vitello

Agrigento. Centri di stoccaggio della raccolta differenziata, MareAmico: ''Una scelta dissennata''
Il video

Aragona, domani e dopodomani sciopero degli operatori ecologici

Emergenza amianto, rischi per la salute e soluzioni. Seminario all'Ordine degli Architetti di Agrigento

Sacchetti frutta e verdura a pagamento; la rivoluzione dal 1° gennaio 2018. Ecco cosa cambierà
Il video

Domani l'inaugurazione della mostra ''Agrigento: Nuove Ipotesi''

Parroco chiede ai fedeli di portare il cellulare in Chiesa, li vuole benedire

Calcio. Pro Favara - Monreale 2-1, a firmare un gol il nuovo arrivato Gerlando Contino
Il video

Sport. Pallamano Girgenti torna a vincere

News a cura della testata giornalistica "SICILIA TV NOTIZIARIO",
registrata al Tribunale di Agrigento da TELE VIDEO SICILIA FAVARA Soc. Coop.
Iscrizione n.185 del 20 ottobre 1990
Direttore di testata: Calogero Sorce

La redazione resta a disposizione di chiunque voglia aggiungere informazioni o esercitare il proprio diritto di rettifica e replica, rispetto agli articoli pubblicati.